• en
  • it
News

Yogaterapia e deviazioni della colonna vertebrale

Written by Elena Cassinelli il 10 settembre 2018

Le deviazioni della colonna vertebrale sono essenzialmente tre: cifosi, lordosi e scoliosi. Possono manifestarsi in età adulta o in giovane età e, quando trascurate, danno origine a fastidi e dolori, determinando un significativo deterioramento della qualità di vita.

Cifosi

La cifosi consiste nell’accentuazione della normale curvatura dorsale del rachide. Sebbene inizialmente le cifosi non diano problemi, con il tempo se trascurate possono portare a dorsalgie o cervicoalgie.

Le cause della cifosi possono essere diverse:

  • postura scorretta
  • cause congenite (quando la cifosi si presenta già dalla nascita)
  • cause idiopatiche (ovvero sconosciute)
  • traumi, infezioni, neoplasie, neuropatie, infiammazioni, distrofie ecc.

Lordosi

La lordosi è una accentuazione delle curve lombari della colonna vertebrale. Le cause della lordosi sono numerose e sono principalmente riconducibili a uno squilibrio nella lunghezza e nella forza dei muscoli, o nella mancata flessibilità dei muscoli della schiena nella zona lombare, o ulteriormente dall‘eccessivo grasso o peso nella zona degli addominali.

Scoliosi

La scoliosi consiste nella deviazione laterale e rotatoria della colonna vertebrale alla quale seguono gravi alterazioni estetiche e funzionali. Insorge nel periodo di sviluppo e si stabilizza quando cessa la crescita dei corpi vertebrali. La scoliosi può interessare qualsiasi dei tre distretti della colonna vertebrale (dorsale, cervicale e lombare) e, sebbene la malattia insorga ed evolva senza dolore, nel lungo periodo diventa dolorosa incidendo notevolmente sulla quotidianità dei pazienti.

La Yogaterapia come soluzione alle deviazioni della colonna

In innumerevoli casi, i pazienti colpiti da una delle tre patologie sopradescritte si sentono dire dall’ortopedico che l’unica soluzione è l’utilizzo di corsetti ortopedici correttivi o, nei casi più gravi, il ricorso alla chirurgia correttiva (che prevede l’inserimento di un ferro contenitivo al lato della colonna vertebrale).

Tuttavia, questi metodi -oltre ad essere invasivi– non sono sempre efficaci e in diversi casi possono portare ad un peggioramento della qualità di vita dei pazienti (i corsetti sono spesso scomodi e dolorosi, mentre la chirurgia correttiva possiede tutti gli effetti collaterali e post-operatori di un intervento chirurgico).

La Yogaterapia, attraverso esercizi mirati, ci permette innazitutto di costruire una parete addominale forte, che è essenziale per avere una schiena in salute. Anche i glutei sono fondametali per mantere la dinamica muscoloscheletrica della zona lombare.

Inoltre, le torsioni e gli allungamenti permettono sia di allungare e rafforzare i muscoli delle catene muscolari della schiena, che di rafforzare (attraverso il movimento) le vertebre.

La yogaterapia si presenta quindi una valida alternativa anche se, va sottolineato, la percentuale di recupero varia a seconda della gravità del problema e all’età del paziente. Un paziente in giovane età ha molte più possibilità di recuperare totalmente arrivando ad avere una colonna perfettamente sana e  senza deviazioni dolorose ed evidenti.

In età più adulta è possibile un recupero parziale, accompagnato comunque dall’eliminazione totale dei dolori e dei fastidi legati alla curvatura della colonna.

Per vedere risultati tangibili e di lungo termine è necessario una pratica costante accompagnata anche da esercizi da svolgere quotidianamente a casa. Una volta che la colonna ha recuperato la sua normale curvatura, sarà indispensabile continuare a praticare Yoga per evitare di assumunere nuovamente posture errate.

Per maggiori informazioni sui prezzi della lezioni individuali, clicca qui.

Torna al Blog.

(Image Via www.chiropraticosteiner.com)

 

Shares